LE UOVA FECONDE

dqdwqd

Le uova feconde per incubazione, chiocce o consumo quando disponibili vengono segnate con iniziali della razza e data della raccolta a matita:

uovaagrit1

Uova di polli di razza per incubazione o cova: 2,00 euro cadauna. (2,50 i cemani) —————minimo d’ordine 20——————–

Uova feconde per consumo: 0,40 cent cadauna (Si consiglia di telefonare per la disponibilità e prenotare il ritiro/spedizione)

Anche se è possibile effettuare delle spedizioni si preferisce il ritiro in azienda previa prenotazione; i pagamenti avvengono tramite  contanti o ricarica postepay; verrà rilasciata ricevuta fiscale o fattura e comunicando tutti i dati completi.

uovapiccolaok

IMBALLI: IMBALLO PROTETTIVO NORMALE IN CARTONE (SCONSIGLIATO) FINO A 20 UOVA 8,00 EURO -SPEDIZIONE IN ITALIA PACCO CELERE 1 PLUS CIRCA 12,90 EURO -SPEDIZIONE ESTERO CIRCA 16,90 EURO.

IMG_3213IMG_3093speduocva5342

IMBALLO ULTRA PROTETTIVO IN CASSETTA DI LEGNO, PORTAUOVA, TRUCIOLO E COPERCHIO IN COMPENSATO E’ QUELLO PIU’ SICURO, COSTA 12,00 EURO PIU’ 16,90 EURO DI SPEDIZIONE PERCHE’ ARRIVA FACILMENTE SINO A 7 KG. DI PESO, (DA 20 UOVA A 96)

imballo4

ATTENZIONE: Non si garantisce la schiusa delle uova . SE IL CORRIERE HA AVUTO UNA GIORNATA STORTA E PRENDE A CALCI IL PACCO NON VI NASCERA’ NULLA PERCIO’ NON SI POSSONO GARANTIRE.

imballo1

imballo2

imballo3

LAMENTELE: Non accetterò nessuna lamentela in quanto verifico personalmente tramite le incubatrici la fecondità (da gennaio a maggio poi lo scoprirete voi) qui non si comprano uova da rivendere come fanno in tanti, tutti i giorni do da mangiare, vaccino curo e pulisco personalmente gli animali, le uova vengono imballate al meglio ma se il corriere prende a calci il pacco gli embrioni muoiono, sia chiaro.

DA SAPERE E CONDIVIDERE: LE UOVA FECONDE  E LE PATOLOGIE ONCOLOGICHE

speduova43534

In patologie caratterizzate da una crescita di cellule, potrebbe sembrare controproducente un alimento di grande stimolo vitale come l’uovo;  In realtà, la biologia e la fisiopatologia del cancro dimostrano, senza eccezioni, che la cellula tumorale è caratterizzata da una “falsa vitalità”. La duplicazione e l’aumento numerico non sono orientati nella direzione di una struttura organica funzionante, inserita armonicamente in un contesto generale, ma sono tanto più “disordinati”, quanto più il tumore è maligno. Se non arrestata nella sua crescita, la cellula tumorale sembra avere come unica direzione solo la morte: della massa tumorale stessa (per fenomeni di necrosi o di degenerazione) o dell’organismo intero.

Anche l’uovo, come già detto, è una cellula, ma il suo messaggio è armonico e “organizzato”. Esso è programmato dalla natura per il sostegno e la continuità della vita, in direzione opposta al finalismo suicida del cancro. Il suo stimolo vitale agirà in senso positivo sulle residue energie dell’organismo malato, aiutandolo a fronteggiare la terribile malattia da cui è affetto. Per sfruttare al massimo questa capacità “informativa”, nei malati oncologici è preferibile impiegare uova genuine, possibilmente fecondate, in modo da avere un messaggio preciso per lo sviluppo di cellule differenziate, ordinate e controllate nella loro velocità di crescita: il contrario di quanto avviene nel cancro. Oltre a questa importantissima funzione energetica, l’uovo è molto utile nelle patologie oncologiche anche per il suo potere nutrizionale quantitativo. La sua ricchezza in micro- e macronutrienti si rivela indispensabile in pazienti il cui organismo è stressato dalla lotta contro la malattia e, spesso, dai gravi effetti collaterali delle attuali terapie del cancro. Il contenuto proteico dell’albume è insostituibile nei casi di diminuzione dell’albumina plasmatica; il ferro contenuto nel tuorlo migliora i livelli dell’emoglobina e degli altri parametri del sangue ridotti dai farmaci chemioterapici; la colesterina sarà utile per riportare a valori normali il colesterolo ematico (quasi sempre ridotto nei malati di tumore), da cui dipendono la maggior parte degli ormoni, le sostanze implicate nella difesa immunitaria e tutti i processi riparativi della integrità cellulare compromessa.

Non ultime, vanno sottolineate le capacità dell’uovo di non mettere in difficoltà gli organi vitali, soprattutto fegato e rene (in questi casi già provati dalla malattia, se non direttamente compromessi), e la sua facilità di assunzione. Infatti, in molti casi di neoplasie oro-faringee ed esofagee, l’uovo crudo costituisce uno dei pochi alimenti ad alto potere nutritivo che il paziente riesce ad assumere per via naturale

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

MINI APPARTAMENTI E SUITE PER BREVI E LUNGHI PERIODI