LE UOVA FECONDE

dqdwqd

Le uova feconde per incubazione, chiocce o consumo quando disponibili vengono segnate con iniziali della razza e data della raccolta a matita:

uovaagrit1

Uova di polli di razza per incubazione o cova: 2,00 euro cadauna. (2,50 i cemani) —————minimo d’ordine 20——————–

Uova feconde per consumo: 0,40 cent cadauna (Si consiglia di telefonare per la disponibilità e prenotare il ritiro/spedizione)

Anche se è possibile effettuare delle spedizioni si preferisce il ritiro in azienda previa prenotazione; i pagamenti avvengono tramite  contanti o ricarica postepay; verrà rilasciata ricevuta fiscale o fattura e comunicando tutti i dati completi.

uovapiccolaok

IMBALLI: IMBALLO PROTETTIVO NORMALE IN CARTONE (SCONSIGLIATO) FINO A 20 UOVA 8,00 EURO -SPEDIZIONE IN ITALIA PACCO CELERE 1 PLUS CIRCA 12,90 EURO -SPEDIZIONE ESTERO CIRCA 16,90 EURO.

IMG_3213IMG_3093speduocva5342

IMBALLO ULTRA PROTETTIVO IN CASSETTA DI LEGNO, PORTAUOVA, TRUCIOLO E COPERCHIO IN COMPENSATO E’ QUELLO PIU’ SICURO, COSTA 12,00 EURO PIU’ 16,90 EURO DI SPEDIZIONE PERCHE’ ARRIVA FACILMENTE SINO A 7 KG. DI PESO, (DA 20 UOVA A 96)

imballo4

ATTENZIONE: Non si garantisce la schiusa delle uova . SE IL CORRIERE HA AVUTO UNA GIORNATA STORTA E PRENDE A CALCI IL PACCO NON VI NASCERA’ NULLA PERCIO’ NON SI POSSONO GARANTIRE.

imballo1

imballo2

imballo3

LAMENTELE: Non accetterò nessuna lamentela in quanto verifico personalmente tramite le incubatrici la fecondità (da gennaio a maggio poi lo scoprirete voi) qui non si comprano uova da rivendere come fanno in tanti, tutti i giorni do da mangiare, vaccino curo e pulisco personalmente gli animali, le uova vengono imballate al meglio ma se il corriere prende a calci il pacco gli embrioni muoiono, sia chiaro.

DA SAPERE E CONDIVIDERE: LE UOVA FECONDE  E LE PATOLOGIE ONCOLOGICHE

speduova43534

In patologie caratterizzate da una crescita di cellule, potrebbe sembrare controproducente un alimento di grande stimolo vitale come l’uovo;  In realtà, la biologia e la fisiopatologia del cancro dimostrano, senza eccezioni, che la cellula tumorale è caratterizzata da una “falsa vitalità”. La duplicazione e l’aumento numerico non sono orientati nella direzione di una struttura organica funzionante, inserita armonicamente in un contesto generale, ma sono tanto più “disordinati”, quanto più il tumore è maligno. Se non arrestata nella sua crescita, la cellula tumorale sembra avere come unica direzione solo la morte: della massa tumorale stessa (per fenomeni di necrosi o di degenerazione) o dell’organismo intero.

Anche l’uovo, come già detto, è una cellula, ma il suo messaggio è armonico e “organizzato”. Esso è programmato dalla natura per il sostegno e la continuità della vita, in direzione opposta al finalismo suicida del cancro. Il suo stimolo vitale agirà in senso positivo sulle residue energie dell’organismo malato, aiutandolo a fronteggiare la terribile malattia da cui è affetto. Per sfruttare al massimo questa capacità “informativa”, nei malati oncologici è preferibile impiegare uova genuine, possibilmente fecondate, in modo da avere un messaggio preciso per lo sviluppo di cellule differenziate, ordinate e controllate nella loro velocità di crescita: il contrario di quanto avviene nel cancro. Oltre a questa importantissima funzione energetica, l’uovo è molto utile nelle patologie oncologiche anche per il suo potere nutrizionale quantitativo. La sua ricchezza in micro- e macronutrienti si rivela indispensabile in pazienti il cui organismo è stressato dalla lotta contro la malattia e, spesso, dai gravi effetti collaterali delle attuali terapie del cancro. Il contenuto proteico dell’albume è insostituibile nei casi di diminuzione dell’albumina plasmatica; il ferro contenuto nel tuorlo migliora i livelli dell’emoglobina e degli altri parametri del sangue ridotti dai farmaci chemioterapici; la colesterina sarà utile per riportare a valori normali il colesterolo ematico (quasi sempre ridotto nei malati di tumore), da cui dipendono la maggior parte degli ormoni, le sostanze implicate nella difesa immunitaria e tutti i processi riparativi della integrità cellulare compromessa.

Non ultime, vanno sottolineate le capacità dell’uovo di non mettere in difficoltà gli organi vitali, soprattutto fegato e rene (in questi casi già provati dalla malattia, se non direttamente compromessi), e la sua facilità di assunzione. Infatti, in molti casi di neoplasie oro-faringee ed esofagee, l’uovo crudo costituisce uno dei pochi alimenti ad alto potere nutritivo che il paziente riesce ad assumere per via naturale

288uova

MINI APPARTAMENTI E SUITE PER BREVI E LUNGHI PERIODI